La scuola al tempo dei nonni

by

Ciao a tutti, siamo i ragazzini della classe terza della Scuola Primaria di Castello. Siamo molto emozionati perchè questo è  il nostro primo intervento all’interno del blog .  🙂

Anche noi quest’anno seguiremo la strada che ci porterà a conoscere meglio i nostri nonni e parlando proprio di loro, la prima cosa che ci é venuta in mente, é stata quella di scoprire come funzionava la scuola quando erano bambini.

Abbiamo scoperto molte curiosità:  tutti arrivavano a scuola a piedi, i banchi erano di legno, avevano il piano inclinato e da una parte c’era un foro dove veniva messo un vasetto di vetro pieno di inchiostro che si chiamava calamaio. Era il bidello che si occupava di riempirlo ogni tanto.
Nelle classi c’era una sola maestra che insegnava a una trentina di bambini tutte le materie.
Ognuno portava a scuola un “ciocco” di legna da mettere nella stufa che riscaldava la classe.
Per frequentare la scuola si doveva indossare una divisa costituita da un grembiule nero con il colletto bianco, in più le bambine avevano un fiocco candido in testa.
A merenda, i nostri nonni, mangiavano arance o mandarini e giocavano a “Campanon”, “Ciapa e scapa”, e con le palline di terracotta.
Se in classe si comportavano male dovevano stare con i piedi dentro il cestino della carta e guardare il muro o la lavagna.
Spesso il parroco si recava in classe e alcune volte erano loro ad andare in chiesa per pregare.
Certo ragazzi che la scuola di un tempo era ben diversa da quella di oggi  e noi, con queste interviste, abbiamo capito che l’infanzia dei nonni non é stata così facile come la nostra.

Scuola Primaria di Castello. Classe Terza
Annunci

Tag: , , ,

14 Risposte to “La scuola al tempo dei nonni”

  1. ALUNNI 3T Says:

    Ciao amici di Castello,
    siete stati molto bravi a scrivere il vostro primo articolo 😀
    Il racconto dei vostri nonni ci è piaciuto molto e ci ha incuriosito un sacco 😯
    Ora siamo proprio impazienti di ascoltare anche le “storie” dei nostri nonni. 😆
    Alunni 3t delle classi terze di San Bortolo

  2. Diego Says:

    Ciao a tutti, complimenti per il vostro primo intervento. I bambini sono molto entusiasti e lo saranno anche i nonni che si sono riconosciuti in questo racconto.
    Continuate così.
    Un papa’. 8o

  3. BARBARA Says:

    Ed anche i bravissimi amici di classe terza di Castello sono ora a tutti gli effetti ALUNNI 3T!
    C O M P L I M E N T I S S I M I ❗ 😀

    Sono davvero felice che abbiate iniziato con noi questo viaggio alla scoperta di curiosità e tradizioni sane e genuine, raccontate dalla voce preziosa di persone che sono per tutti un “tesoro” inestimabile: i NONNI! 🙂
    Sono certa che il nostro sarà un percorso interessante e ricco di esperienze significative, che avremo modo di raccontarci in questo blog! 🙂

    A presto, allora, e un applauso forte forte a voi tutti, amici di Castello, e alla vostra ins. Chiara! 😀

    Ins. Barbara

  4. laurapovoleri Says:

    Siete stati bravissimi!!!
    Ci piace il testo, è molto interessante!!!
    Non vediamo l’ora che anche da noi vengano i nonni a raccontare le loro storie:
    Ciao!!! 🙂
    Gli alunni di quinta di Villaggio Giardino

  5. Alunni 3t Says:

    Cari amici di Castello, 🙂
    abbiamo letto con molto piacere il racconto di com’era la scuola dei nonni.
    A quel tempo la scuola era molto diversa e i bambini non avevano tutte le cose che abbiamo noi.
    La maestra era molto severa: ci ha colpito la punizione nel cestino.
    Chiederemo ai nostri nonni se anche loro ricevevano questo castigo.
    Siete stati bravissimi a scrivere questo testo e a disegnarlo.
    Sono bravissime anche le vostre maestre.
    Complimenti !!!! 😀
    Alunni di classe quarta di Costo

  6. Anna Peroni Says:

    Cari amici di castello siete stati molto bravi!!:D
    il vostro testo é bellissimo!!!! 🙂
    Alessandro 9 anni villaggio gi.

  7. CESARE Says:

    bravi ragazzi!!!! é molto importante capire
    la differenza della scuola di oggi e quella di un tempo,
    non dimentichiamo mai le difficoltà che incontravano
    i nostri nonni per aver una buona istruzione
    CONTINUATE COSI!
    Un papà 8o

  8. mauro Says:

    .Ho letto con molto piacere il vostro racconto, ricco di particolari ed illustrazioni di come era la scuola un tempo. 8o
    Complimenti a voi tutti e naturalmente alla vostra insegnante Chiara!!!! 8o
    un papà 8o

  9. sara 5a villaggio giardino Says:

    Molto bello il vostro lavoro! 🙂

    Siete stati bravissimi con le parole, le illustrazioni …

    UN VERO TESTO CHE IN VERIFICA AVREBBE PRESO 10 🙂 !

  10. Roberto Says:

    Complimenti per il testo molto ricco di informazioni di com’era la scuola al tempo di una volta .
    Di sicuro leggerò con molto piacere anche gli altri racconti che scriverete.
    Un papà 🙂

  11. Maddalena della classe 5 di Villaggio Giardino Says:

    Siete stati fantastici!!!!!!
    E’ stata un’idea meravigliosa raccontare la scuola al tempo dei nonni.
    Vi faccio molti complimenti!!!

  12. serena 5a villagio giardino Says:

    Avete fatto un bellissimo testo, bravissimi !!!!!!!!!!!! 🙂

  13. Simmi di 5a Villaggio Giardino Says:

    CIAO stratopiche amiche e fantastici amici 3t 🙂
    Siete stati bravissimi a scrivere questo testo sui nonni 🙂
    Avete raccontato delle bellissime cose!!!! 🙂

  14. armido giordani Says:

    ottima iniziativa, continuate la vostra ricerca che sarà molto valorizzata. bravi ! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: