Il San Martino dei nonni

by

Cari alunni 3T

Noi di classe V di Costo, in occasione della ricorrenza di San Martino, che si ricorda l’11 novembre, abbiamo incontrato i nonni,  Letiziana, Bruno, Giuseppina, Luigi e Mirella.

Erika e Nicole hanno dedicato loro la  poesia “San Martino” di Giosuè Carducci, che avevamo studiato tutti.

Incredibile! 😮 Ancora una volta le nonne ci hanno  lasciato di stucco!

Ricordavano ancora, dal tempo delle elementari, la leggenda dell’estate di S. Martino e la stessa poesia! Ce l’hanno recitata! 😮 I nonni ci hanno esortato a studiare, perchè le cose che s’imparano a scuola  restano impresse per tutta la vita e loro stessi ce l’hanno dimostrato.

I nonni erano molto felici di stare con noi a scuola. Da questa foto, infatti, si può vedere tutta la gioia nei loro occhi.S Martin 2013

Noi avevamo preparato delle domande e come sempre, dai nonni abbiamo appreso cose molto interessanti e alcuni proverbi:

” S. Martino dura tre giorni e un pochino”;  “A S. Martino si veste il grande e il piccino”.   Letiziana, la nonna di Lorenzo, ha spiegato un altro proverbio ” Sotto la neve pane, sotto la pioggia fame”.

Poi i nonni ci hanno raccontato che per S. Martino i  lavori dei contadini nei campi erano terminati: le pannocchie, il vino, l’uva passita nel granaio, il trasloco. 🙄  Questi lavori ve li vogliamo presentare in un paper, che pubblicheremo nel nostro  wiki.

Ora vi diciamo ciò che ci ha colpito di più.

Ai vecchi tempi  anzichè TRASLOCARE si diceva “Fare San Martin“.

Nonno Bruno ha raccontato che c’erano sempre tanti amici e vicini pronti ad offrire il loro aiuto, per “fare S. Martin”: caricare i pochi averi e spingere il carro,  se non avevano i buoi per trainarlo.

Sapete, erano proprio gli uomini a spingerlo! 😮  La  gente allora era abituata al lavoro duro e non avevano bisogno di andare in palestra!

Ci ha colpito il fatto che  tutti erano disponibili a fare un lavoro insieme e ad aiutarsi.  Abbiamo capito che  LAVORARE  INSIEME significa COLLABORAZIONE ❗

I nonni ci hanno spiegato che il contratto agricolo e di affitto si concludeva con una stretta di mano e valeva la parola data, che era PAROLA D’ONORE. Tutti la mantenevano ❗

Questa è una cosa che ci fa molto riflettere ❓ ❓ ❓ ed è stata la cosa che ci ha colpito di più.  ❗ ❗ ❗

Un’altra cosa ci ha stupito molto:  quando i nonni uscivano di casa, potevano lasciare la porta aperta e nessuno entrava per rubare, perchè c’era molta ONESTA’ e fiducia negli altri. ❗

Una volta le persone si parlavano senza fretta e molto più di oggi. ❗  C’era più DIALOGO.

Ci piacerebbe che fosse ancora così!

Cari NONNI, con la  vostra preziosa testimonianza vissuta, ci avete fatto conoscere e capire dei valori importanti del passato e noi  vogliamo che diventino veri anche per noi oggi.

GRAZIE NONNI per averci fatto pensare… e RIFLETTERE su ciò che è veramente importante nella vita, come le biglie grandi nel “barattolo della vita”.

Alunni di classe quinta di Costo

Annunci

Tag: , , , , , , ,

7 Risposte to “Il San Martino dei nonni”

  1. Debora Says:

    Deve essere stata proprio una gran giornata quella in cui avete incontrato i nonni! E quante cose importanti vi hanno fatto capire! Non pensate che qualche volta mettersi ad ascoltare le esperienze vissute dalle altre persone e poi scambiarsi le nostre riflessioni ci insegni molto più che leggere i libri e basta?? E’ una delle cose belle del progetto “3T”!!
    Brave maestre, continuate così!
    Debora mamma 3T S.Bortolo

    • Giovanna Maria Carlotto Says:

      Carissima sig.ra Debora
      la ringrazio per il suo commento.
      I nonni ci danno sempre una testimonianza molto vera e i bambini, oltre a rimanerne colpiti, imparano a riflettere e a dare il giusto valore alle cose. Anche lo studio e la lettura sono importanti, ma spesso s’impara di più alla “scuola della vita”. Grazie per l’apprezzamento e l’incoraggiamento.
      Ins. Giovanna Maria

  2. Katia Fornasa Says:

    Leggere questi bellissimi racconti mi ha commossa e fatto molto riflettere su quanto di bello e prezioso nei rapporti e nel dialogo abbiamo perduto nel tempo ma anche quanto abbiamo acquistato in tecnologia che ha reso per molti ad esempio il lavoro meno faticoso.
    Ma bisognerebbe abbracciare entrambe le cose perché le nuove piccole generazioni se non ci fossero i nonni a raccontare non saprebbero mai quanta meraviglia c’era in fondo nei tempi duri e difficili dei nonni.
    Sono la mamma di Marco Colladon della classe quarta A di s.bortolo.
    Vi saluto e ringrazio dei vostri bei racconti perché giorni fa mio figlio Marco con aria sognante mi ha detto: “Mamma quanto vorrei essere un contadino per sedermi su una sedia di paglia dopo il lavoro sui campi e ammirare tranquillo e in pace il tramonto sui campi di grano”.

    • GIOVANNA MARIA Says:

      Carissima mamma di Marco
      sono d’accordo con lei. Il progresso e la tecnologia ci offrono mezzi potenti, che ci facilitano il lavoro ed occorre saperli usare per essere al passo con i tempi. Bisogna, però, essere consapevoli anche degli svantaggi, dei rischi e dei pericoli che essi comportano. Nello stesso tempo è importante recuperare quanto di prezioso e di nobile c’era nella vita difficile dei nostri predecessori, i nonni. Erano persone umili, che, con tenacia e impegno e tanto sacrificio, hanno costruito il nostro presente e la nostra economia. Riflettendo, da loro abbiamo molto da imparare. I nonni avevano ritmi e stili di vita più tranquilli e semplici di quelli di oggi e si capisce, perciò, il desiderio di calma e di serenità di Marco, come di tanti altri bambini.
      Grazie per il suo commento, che mi fa molto piacere.
      Ins. Giovanna Maria

  3. Alessandro Tanello Says:

    Nella immagine si vedeva l’emozione dei nonni è stata bellissima quella giornata perché ci hanno spiegato cose belle per esempio
    che si aiutavano tra di loro e quando c’era tanta uva la schiacciavano e uscivano con i piedi viola 😀
    Alessandro Alunno 5^.

  4. Il laboratorio del San Martino con i nonni | 3T: Tessere Tanti Testi Says:

    […] Ve l’avevamo promesso nell’ultimo nostro articolo sul San Martino dei nonni ed ora lo abbiamo pronto, così potete vedere il risultato del nostro lavoro. Siamo sicuri che vi […]

  5. Niccolò Says:

    E’ stato molto bello incontrare i nonni e spero che succeda un’altra volta. 😈
    Niccolò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: