Il Progetto “3T: Tessere Tanti Testi… con ALADINO” (a.s. 2010/11)

Abstract del Progetto

3T: Tessere Tanti Testi con… ALADINO

Se Amiamo
iL nostro
Ambiente,
Differenziamo
Insieme,
Noi cittadini
del mOndo

Un progetto per un bambino ecologico, a più dimensioni, equipaggiato di tre zaini. (1)

  • Il primo per il viaggio del bambino verso la conoscenza del suo ambiente quotidiano, di esperienza scolastica, domestica, di vicinato (dimensione cognitiva).
    Il bambino è guidato e sostenuto nella conoscenza del suo ambiente, per imparare a tutelarlo e conservarlo. Solo conoscendo l’ambiente il bambino può essere gradualmente educato ad assumere in esso un ruolo attivo e costruttivo, che lo incoraggia ad individuare, affrontare e risolvere i problemi emergenti con sempre maggiore sensibilità.
  • Il secondo zaino è specifico per il viaggio del bambino in un percorso di ricerca, riflessione e valorizzazione di esperienze significative ed autentiche (dimensione metacognitiva).
    Il bambino non solo impara a conoscere il suo ambiente, ma gradualmente apprende ad agire e reagire in esso in maniera riflessiva, sviluppando sempre più consapevolmente e intenzionalmente atteggiamenti di rispetto nei confronti delle risorse (naturali, artificiali, umane…) che lo circondano.
  • Il terzo zaino, infine, è specifico per il viaggio del bambino nella sfera intra e inter-soggettiva (dimensione affettivo-emozionale e relazionale-sociale).
    Il bambino, progressivamente guidato alla scoperta del suo mondo interiore, sviluppa il sentimento di autostima e accresce la propria autoefficacia. A mano a mano che il bambino impara a conoscere sempre meglio se stesso, diventa più capace di comprendere l’altro da sé, di stabilire relazioni intersoggettive via via più significative.

Il percorso di apprendimento utilizza la FIABA DI ALADINO come filo conduttore, in quanto la fiaba, come sostiene Bettelheim (2), «fa risuonare, riemergere il mondo interiore del bambino e lo aiuta a trovare un significato alla vita».
Tale fiaba ma in generale le narrazioni sono utilizzate come mezzo di comunicazione e di ricerca di significato. (3)

Il percorso di apprendimento dovrebbe portare il bambino verso una “generalizzazione” del prodotto di apprendimento e del processo che lo ha accompagnato, verso una primissima forma di autovalutazione, di apprezzamento di quanto appreso e della scoperta del suo successo in campi nuovi.
E’ la dimensione del problem solving che guida il bambino a riflettere sul “cosa”, “come” e “perchè” del suo percorso di apprendimento e a concretizzare una o più “regole fondamentali”:

  • Ognuno di noi è importante perchè “è”, “vale” e “sa fare qualcosa”
    Ognuno di noi ha dei talenti, delle qualità che può mettere a disposizione degli altri. Il b. matura il sentimento di autostima e autoefficacia.
  • Anche l’altro è importante perchè “è”, “vale” e “sa fare qualcosa” per questo devo rispettarlo
    Anche l’altro ha dei talenti, delle qualità che devo saper riconoscere nell’altro. Il b. matura atteggiamenti di accettazione e rispetto dell’altro.
  • Mi impegno a collaborare con gli altri per realizzare un’attività insieme
    Il bambino gradualmente impara a cooperare per un obiettivo comune, mettendo a disposizione le proprie capacità e doti e rispettando i punti di vista degli altri.
  • E’ importante anche l’ambiente in cui vivo con gli altri
    Il bambino gradualmente impara a riconoscere il valore delle risorse umane, naturali e artificiali del proprio ambiente di vita (aula, scuola, casa e ambiente esterno).
  • Rispetto il mio ambiente di vita e mi impegno a differenziare i rifiuti che produciamo
    Il bambino gradualmente prende coscienza che può dare il suo contributo per rispettare e migliorare l’ambiente iniziando con un impegno concreto: la differenziazione dei rifiuti a scuola.

Quindi:

SE AMIAMO IL NOSTRO AMBIENTE DIFFERENZIAMO INSIEME,

NOI CITTADINI DEL MONDO

(1) Cfr. Angela Spinelli, Un’officina di uomini, Liguori, Milano, 2009, p. 71. L’autrice cita Calidoni.
(2) Cfr. Bettelheim Bruno, Il mondo incantato. Uso, importanza e significati psicoanalitici delle fiabe, Feltrinelli, Milano, 2005.
(3) Cfr, J. Bruner, La ricerca del significato. Per una psicologia culturale, Bollati Boringhieri, 1992.

Ins. Barbara
23 settembre 2010

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

 

Annunci

3 Risposte to “Il Progetto “3T: Tessere Tanti Testi… con ALADINO” (a.s. 2010/11)”

  1. La Community 3T si espande in compagnia di… ALADINO! :-) « 3T: Tessere Tanti Testi Says:

    […] ALADINO […]

  2. Il nostro nuovo “LEARNING SEED” nel WIKI 3T! :-) « 3T: Tessere Tanti Testi Says:

    […] Beh, con queste narrazioni abbiamo iniziato a riempire i 3 ZAINI del viaggio alla SCOPERTA DEL NOSTRO AMBIENTE!  […]

  3. Dulcis in fundo… il nostro strepitoso LEARNING SEED “Aladino scopre Saccone Nerone e la Compagnia della Raccolta Differenziata” « 3T: Tessere Tanti Testi Says:

    […] Grazie ai poteri della nostra LAMPADA MAGICA  quest’anno abbiamo appreso tante cose interessanti, con cui abbiamo via via arricchito il contenuto dei nostri 3 zaini! […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: