Il modello metodologico-didattico 3T e la valutazione degli apprendimenti

Il modello metodologico-didattico “3T: Tessere Tanti Testi”, in una cornice teorica costruttivista socio-culturale, è in sintonia con la progettazione e co-costruzione di ambienti di apprendimento significativo learning centered.
Questi, valorizzando tutte le dimensioni del soggetto apprendente (cognitiva, metacognitiva, pratico-operativa, affettivo-motivazionale e relazionale-sociale), concorrono a promuovere competenze individuali e sociali, che, in un’ottica europea, si possono sintetizzare in quell’apprendere ad apprendere che diventa, nella complessa, fluida e “liquida” knowledge society,  la chiave di volta per costruire una cittadinanza responsabile e consapevole e, conseguentemente, per ridurre il cultural divide e il digital divide, importanti cause del knowledge divide.

Il modello metodologico-didattico 3T

Il modello metodologico-didattico 3T

Le scelte metodologico-didattiche operate in seno al Progetto, privilegiano l’adozione di strategie di natura contestuale e interpretativa (problem solving), volte a facilitare la costruzione condivisa di conoscenza e significato (Peer Tutoring, Peer Collaboration, Cooperative Learning), l’attivazione dei saperi naturali (Organizzatori Anticipati), il trasferimento cognitivo (Debriefing e Bridging).

Per quanto riguarda le scelte strumentali, le tecnologie in genere, le TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), le TSI (Tecnologie della Società dell’Informazione) e il web 2.0 in particolare, sono pensate come “partner intellettuali” che aiutano il discente a costruire conoscenza e significato pensando e, pertanto, concorrono alla progettazione e costruzione di ambienti di apprendimento learning centered, in grado di promuovere le competenze individuali e sociali:

  • Libri in adozione, della biblioteca scolastica e comunale, degli alunni.
  • LIM.
  • Webcam, foto e video-camera digitali.
  • Strumentazione del laboratorio informatico: pc, scanner, stampanti.
  • Strumentazione per podcasting.
  • Applicazioni desktop: programmi di videoscrittura, presentazioni, fogli di calcolo, disegno e grafica; software per la costruzione di mappe mentali e concettuali, audio-libri, audio-registrazioni, video-registrazioni, giochi e quiz interattivi.
  • Applicazioni webtop per: e-book audio, paper, podcast, repository immagini e video, time-line, words-clouds, presentazioni, mappe mentali, album fotografici.
  • Ricerche in Internet anche con webquest.
  • Video.
  • Mappe mentali e concettuali.
  • Cartelloni, cartoncini, carta velina, stelle filanti, cotone, coriandoli, brillantini, materiale povero…

Anche le scelte organizzative mirano a promuovere negli studenti la maturazione della competenza come “sapere agito” individuale e collettivo, come una padronanza della persona dimostrata nell’azione riflessiva.
Accanto ad attività ed esperienze vissute in contesti formali (classe, laboratori), si pone enfasi ai risultati di apprendimenti informali e non formali, propri di contesti reali e virtuali (web 2.0), in cui gli allievi possono stabilire consapevoli relazioni comunicative con soggetti significativi del loro contesto di vita (coetanei, genitori, nonni e persone anziane, conoscenti) e con altri “cittadini digitali”.
In particolare:

  • Attività di classe, a classi aperte, individuali e a coppie, a piccoli gruppi.
  • Laboratori operativi con la collaborazione dei genitori.
  • Attività svolte con la collaborazione di persone appartenenti al contesto di vista degli studenti.
  • Incontri ed attività con esperti.
  • Interviste.
  • Attività in ambienti di apprendimento 2.0: blog 3T (narrazione, documentazione e comunicazione), wiki 3T (co-costruzione della UdA 2.0 o Learning Seeds), podcast 3T (narrazioni a puntate, interviste).

La valutazione degli apprendimenti

La valutazione  è rivolta alle diverse dimensioni della personalità del soggetto in situazione di apprendimento:

  • La dimensione cognitiva e metacognitiva riguarda l’acquisizione di conoscenze e abilità e lo sviluppo di processi e pratiche riflessive.
  • La dimensione relazionale-sociale e affettivo-emozionale concerne gli  atteggiamenti, le disposizioni interne e i processi motivazionali dell’allievo.
  • La dimensione pratico-operativa è relativa alle abilità e al saper fare riflessivo.

La valutazione è attenta all’analisi dei processi e dei risultati di apprendimento:

  • Il processo: le modalità di lavoro dell’allievo, il livello di autonomia, l’impegno, la responsabilità, la capacità cooperativa.
  • Il compito/prodotto: pertinenza, completezza, ricchezza, originalità, estetica…

La valutazione formativa,caratterizzante tutte le fasi del processo formativo, è:

  • Valutazione ex-ante, diagnostica, per approfondire e migliorare il processo di progettazione.
  • Valutazione in itinere, per verificare il grado di conseguimento dei risultati attesi e migliorare l’efficienza e l’efficacia delle varie fasi del percorso formativo.
  • Valutazione ex-post, per verificare il grado di conseguimento dei risultati attesi e l’efficienza e l’efficacia della UdA

Gli elementi eterogenei di valutazione dell’allievo descrivono la maturazione della competenza raggiunta, che emerge negli indicatori delle rubriche valutative, organizzate in livelli e gradi di padronanza.

In una logica di triangolazione valutativa, la raccolta degli elementi valutativi avviene attraverso  una pluralità di strumenti e metodi:

  • prove tradizionali (esercitazioni orali e pratiche);
  • prove oggettive e interattive-multimediali;
  • semplici situazioni di problem solving;
  • osservazioni sistematiche e occasionali;
  • ricostruzioni assistite;
  • analisi di pratiche di “insegnamento reciproco” e di “collaborazione tra pari”;
  • analisi di produzioni/manufatti anche multimediali, individuali, di coppia, di gruppo e di classe;
  • questionari, griglie e rubriche di autovalutazione individuale;
  • questionari, griglie, rubriche e semplici ricostruzioni per la covalutazione del lavoro di gruppo e della co-costruzione di artefatti anche multimediali.
Barbara Bevilacqua
28 ottobre 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: