Posts Tagged ‘Natale’

E’ Natale

14 dicembre 2013

A tutti voi i migliori auguri di un Natale ricco di serenità

con le parole di Madre Teresa di Calcutta:

Natale-2013

Alunni e insegnanti 3T

Cruciverbiamo… con i nonni! :-)

9 giugno 2013

Carissimi amici 3T,

con tutte le informazioni ricavate dalle interviste dei nostri preziosi nonni abbiamo ideato due stratopici cruciverba

Grazie a questi giochi abbiamo imparato un sacco di cose nuove. 🙂

Un giorno ci siamo riuniti in classe 3^B e abbiamo provato a divertirci con i fantastici cruciverba alla LIM.

Sapete come si gioca

Ve lo spieghiamo subito ❗

Innanzitutto bisogna cliccare un numero, così compare la definizione della parola da trovare. Quando la parola è stata individuata viene scritta nello spazio bianco vicino alla sua definizione e riportata nelle caselle premendo il tasto “inserisci risposta”. E’ stato fantastico scoprire  insieme le parole nascoste ! 😯  

Provate anche voi. Il divertimento è  assicurato! 😛

Il Natale dei nonni

cruciverba-natale-nonni

La scuola dei nonni

cruciverba-scuola-nonne

 

Gli alunni delle classi 3^A e 3^B di San Bortolo.

CANTIAMO IL NATALE CON I NONNI

3 gennaio 2013

Cari amici 3T,

la mattina del 19 dicembre è stata davvero stupenda, perché sono venuti a scuola i nostri nonni per festeggiare insieme a noi il Natale. All’inizio li abbiamo accolti in classe e li abbiamo veramente sbalorditi 😯 . Volete sapere come?

Ci siamo collegati via Skype, con i nonni di un nostro compagno che si trovano in Albania e attraverso la Lim  abbiamo potuto salutarli e augurare loro buon Natale.
Ma voi conoscete Skype ❓
Beh, ve lo diciamo noi che cos’è…
Skype è un programma che permette di vedere e parlare attraverso il computer con una persona lontana in videoconferenza.
Con questa esperienza abbiamo capito quanto la tecnologia abbia fatto passi da gigante: stare in contatto con persone lontane ormai è facile come bere un bicchier d’acqua! 😛

In teatrino, poi, abbiamo cantato per loro delle canzoni natalizie.
Negli ultimi giorni abbiamo provato talmente tante volte questi brani, che ormai li sapevano anche i muri. Abbiamo cantato così bene che sembravamo un coro di piccoli angeli! 😀

I nonni erano molto commossi e felici di sentirci cantare come usignoli e tra una canzone e l’altra ci applaudivano come se fossimo a un concerto.
Crediamo che il nostro affetto li abbia fatti sentire dei re e delle regine! 😮

Il nostro pezzo forte è stato ADESTE FIDELES, in latino, che poi abbiamo cantato tutti insieme. Noi eravamo emozionatissimi  e ci siamo impegnati per fare bella figura. 😛

A conclusione del “concerto”, abbiamo dedicato un augurio speciale alle due bisnonne presenti, Ines e Maria, e al nonno Graziano che festeggiava il suo compleanno! 😀

E’ stata un’esperienza particolare, come salire in una macchina del tempo tenendo i nostri nonni per mano: siamo partiti dalla tecnologia del presente (un nostro modo tipico di comunicare) e siamo arrivati a cantare una canzone in latino (un canto tipico del Natale lontano). 😎

E’ stato un modo davvero originale per festeggiare il Natale e per questo dobbiamo ringraziare soprattutto le nostre speciali maestre: Barbara e Giorgia! 🙂

Alunni 3T di San Bortolo

L’albero e il presepe

30 dicembre 2012

Cari amici 3t,

sapete che la nonna di Edoardo, quando  era piccola come noi, faceva l’albero di Natale?   ❓

Ci ha raccontato che con le sue amiche…:p  preparava tante palline di carta, prendevano pezzi di giornale e di carta usata e  li coloravano con le matite. Con pazienza poi arrotolavano e modellavano con le mani questi fogli finchè non diventavano palline. Per appenderle ci mettevano un filo intorno e con tutte queste palline si divertivano a decorare un pino.

Mentre  nonna Carolina raccontava, era molto emozionata e noi l’ascoltavamo con molta attenzione.

In questi giorni anche noi abbiamo provato a fare l’albero di nonna Carolina riciclando i nostri fogli di carta usata e colorando con le matite.

Ci siamo divertiti tantissimo quanto  la nonna di Edoardo ed  è stata un’esperienza bellissima!!:mrgreen:   😛  🙂

Qui nell’album potete vedere le fasi della realizzazione dell’albero.

L’albero di nonna Carolina

Anche il presepio, i nonni, lo costruivano con le loro mani, non lo compravano già fatto. Per le statuine impastavano farina e acqua e davano la forma di  Maria, Giuseppe, Gesù, pastori e pecorelle…  Aspettavano che si seccassero e le coloravano.La capanna la costruivano con dei pezzi di legno tagliati. Ricoprivano la base con il muschio fresco raccolto nel bosco, con i sassi piccolini facevano la stradina e spargevano un po’ di farina per fare la neve. Alla fine aggiungevano le statuine ed erano felicissimi e molto orgogliosi del loro presepio.  😆   😆

Anche noi abbiamo provato a preparare il nostro Presepio seguendo un po’ le indicazioni dei nonni.  🙂    🙂   La capanna l’abbiamo costruita con la corteccia, il muschio siamo andati a raccoglierlo fresco nel bosco e la stradina l’abbiamo realizzata con i sassi raccolti.

Ecco il risultato del nostro lavoro.

Il nostro presepio

BUONE VACANZE  a tutti   ❗    ❗

Alunni e insegnanti

cl.3^A e 3^B

di Tezze

I nostri nonni e il loro Natale

26 dicembre 2012

Cari amici,

che bella esperienza abbiamo vissuto con i nonni! 😆

Venerdì 7 Dicembre alla mattina, a scuola, abbiamo ricevuto una bellissima visita: sono venuti  i nonni  di alcuni nostri compagni.  C’erano il nonno di Filippo: Armando,  la nonna di Giada: Teresa, la nonna di Davide: Lina, la nonna di Vittoria: Beatrice, la nonna di Edoardo: Carolina, la nonna di Tommaso: Angelina e la nonna di Cristian: Maria.   😀

Quando sono entrati in classe  erano molto emozionati e anche noi!!!     😳    😳      😳

Ci  hanno raccontato come trascorrevano il Natale quando erano piccoli. Il Natale per i nonni era povero, ma speciale.

Prima di Natale, ogni sera si doveva andare in chiesa a pregare, si doveva stare zitti e se qualcuno si girava “ahi, ahi, ahi” il prete lo prendeva per un braccio e lo faceva inginocchiare in mezzo alla chiesa  davanti a tutti. Che vergogna !!! La nonna di Vittoria ci ha detto che recitavano molte più preghiere di adesso.

Sapete che Babbo Natale non arrivava e dovevano aspettare la Befana?  Il giorno di Natale era comunque per loro un giorno speciale!!

Dai racconti dei nonni abbiamo capito che erano molto poveri, ma si accontentavano di quello che avevano, anche solo qualche noce o un “nichelino”,  soldino, che  li rendeva felici!

I nonni giocavano molto insieme lungo le strade, nei cortili e nei prati ed erano molto contenti. Riuscivano a divertirsi lo stesso, senza la televisione, il computer  e i videogames, perchè per loro non era importante la ricchezza, ma l’AMICIZIA!!   :mrgreen:

Mentre ascoltavamo i loro racconti abbiamo notato che i nonni erano molto orgogliosi, ma erano anche emozionatissimi, perchè raccontavano dei loro vecchi tempi che non possono tornare mai più….e noi eravamo felici di ascoltare cose che non sapevamo, ma anche  un po’ tristi,  😥  perchè non è giusto che il loro Natale fosse così povero rispetto al nostro   ❗    ❗    ❗

Ecco l’album dell’incontro con i nonni  🙂   🙂  🙂

Il Natale dei nonni

In collaborazione con gli amici di S.Bortolo abbiamo preparato un podcast e qui potete ascoltare i racconti dei nonni dalla loro viva voce.   🙂     🙂    🙂
Il podcast "Il Natale dei nonni"Il Natale dei nonni

2h7jjt2GRAZIE NONNI,

BUONE FESTE

a tutti

ipnyn8…alla prossima

alunni e insegnanti – classi 3^A e 3^B di TEZZEipnyn8