Posts Tagged ‘podcast’

IL NONNO POETA

11 agosto 2014

Carissimi amici 3t,

siamo giunti al termine di questo significativo viaggio che ci ha permesso di scoprire e apprendere molte cose interessanti  in compagnia dei nostri preziosissimi nonni 😉

Prima di lasciarci, però, vogliamo condividere con voi la splendida poesia che nonno Nello Roncari ha scritto  in occasione della sua visita a scuola 🙂

Quando ce l’ha recitata la prima volta in classe, per noi è stata una grandissima sorpresa e una forte emozione 😀

Le sue parole, infatti, cariche dei ricordi d’infanzia, ci hanno fatto vedere per un attimo quel nonno ritornare tra i banchi ancor bambino, ma nello stesso tempo ci hanno lasciato un messaggio di incoraggiamento e di speranza per il nostro futuro 🙂

Tale poesia ci è piaciuta a tal punto che abbiamo chiesto al nonno di recitarla per tutti gli altri nonni alla festa  finale del progetto 3T e abbiamo deciso di adottarla come inno finale del nostro progetto formativo 3T: Tessere Tanti Testi…con i nonni 🙂

IL NONNO A SCUOLA

Son ritornato con i capelli bianchi
come un bambino timido e impacciato
in mezzo a voi, seduto in questi banchi,
sinceramente un poco emozionato.

Ci sono delle cose che non scordi
e nella mente restano di più.
La maestra ed i compagni ti ricordi
e alcuni oggetti cari in gioventù.

Lassù nella soffitta ho ritrovato
il vecchio sussidiario un po’ sgualcito,
nella boccetta inchiostro disseccato
ed un caro pastello ormai finito.

Una cartella e dentro il vecchio astuccio
ed una penna di tanti anni fa
se scrive ancor non so, certo maluccio,
il suo pennino sembra un po’ “schincà”.

S’è rovinato forse per quel tema,
che per giocare non avevo fatto
o per quel brutto voto nel problema,
nel banco la mia penna ho conficcato.

Anche ai miei tempi cari miei bambini,
non eravamo sempre buoni e bravi,
a volte facevamo i birichini
e scarabocchi e macchie cancellavi.

Peccato che se proprio disturbavi
la maestra si sentiva autorizzata
a richiamarti e se non l’ascoltavi,
poteva darti qualche bacchettata.

Ma ora queste cose non si fanno
e l’insegnante se farsi obbedire
e a chi disturba o fa qualche malanno
parla, più serio certo, e fa capire.

Adesso andare a scuola è più importante
tutto è cambiato: ambiente e insegnamento
solo lo zaino è sempre più pesante
e qualche bimbo lo trascina a stento.

Speriamo che impariate tante cose
utili in gioventù e per la vita
c’è sempre qualche spina tra le rose
sarete preparati alla salita?….

Credo di sì, e insieme alle insegnanti
vi auguro di fare un buon cammino,
in un abbraccio stringo tutti quanti,
io oggi son tornato ancor bambino.

Arzignano, lì 5 febbraio 2014

Nello Roncari

 

Se volete emozionarvi veramente 😆  fermatevi un attimo e  ascoltate la poesia recitata direttamente da Nonno Nello.

Buon ascolto! (cliccate sulla foto)

460-_9700286

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie Nonno Nello ❗ un forte abbraccio da tutti gli alunni e le insegnanti 3t.

 

Gli alunni 3t di San Bortolo, Tezze, Costo, Villaggio Giardino e Castello con le insegnanti Barbara Bevilacqua, Giorgia Fochesato, Nerina Carlotto, Rosamaria Vicariotto, Emiliana Confente, Giovanna Maria Carlotto, Barbara di Chiara, Claudia Mecenero e Chiara Treppaoli.

Annunci

LE ATTIVITA’ ECONOMICHE DEI NONNI

23 luglio 2014

Cari alunni 3t,

nell’ultimo incontro i nostri nonni sono venuti  a scuola con delle sorprese: due bilance e delle fruste, che tanto tempo fa  le maestre usavano anche sugli alunni se non ascoltavano le lezioni. 🙂 😆

Questi oggetti riguardano proprio l’argomento di cui i nonni ci hanno parlato, ossia le attività economiche  degli anni ’50 e ’60, anni in cui sono avvenuti grandissimi cambiamenti dovuti al progresso  tecnologico e alle migliorate condizioni di vita (dopo la fine della seconda guerra mondiale).

Rispondendo alle nostre domande, a proposito dell’agricoltura e dell’allevamento, i  nonni ci hanno ricordato che l’alimentazione si basava su quanto si produceva nella fattoria. Latte, uova, salami, pollame servivano per il sostentamento della famiglia.

Ricordate le parole della canzone: “un bel giorno la parona… la ghe tira el colo al galo e la lo mete a cusinar”? Ecco a quei tempi funzionava proprio così! 😀

Per non parlare dell’allevamento e della macellazione dei bovini, di cui ci ha spiegato tutto il nonno Armando!  La  sua bilancia “da bottega” ha attirato la nostra curiosità e abbiamo subito provato a pesare  e a inventarci di essere lì a comprare e a fare il conto: un problema  vero e reale!

Altro cibo era “el mascio”, il maiale, di cui non si buttava niente, nemmeno il pelo:  passava a raccoglierlo “el strasaro”,  lo vendeva e con le setole se ne facevano pennelli. 😮

Anche dei lavori artigianali abbiamo scoperto tante cose interessanti, come la produzione di “soghe”, le corde di canapa o di “scurie”le fruste, usate per governare il cavallo dal calesse. Oggi non si usano più nè il calesse nè le fruste, perciò le fruste non si producono più.

C’era anche il venditore di sabbia, che serviva a “fregare” i secchi e le pentole. Allora Nonna Pia ha parlato dei metodi di lavaggio: di sapone fatto in casa, di “lissia” cioè il bucato con la cenere per le lenzuola, di piatti lavati con farina gialla e acqua calda e di secchi lucidati con sabbia e altro. 😮

I nonni ci hanno spiegato anche come sono sorte le prime attività economiche  e le industrie della Valle del Chiampo e della Valle dell’Agno: cave per l’estrazione del marmo di Chiampo, concerie, industrie meccaniche come la Pellizzari.

Queste attività, dando lavoro a tanti operai, hanno modificato completamente il sistema di vita della nostra gente: si è passati dal sistema basato sull’agricoltura ad un sistema di industrie e di commercio.

Pensate che i nonni sono passati dal “canfin” all’era dei computer, dal “carro da vache” e dalla bicicletta al trattore e alle automobili, dalla locomotiva a vapore  ai treni superveloci e agli aerei. La vita è proprio cambiata per loro! Anche nei ritmi di riposo e di lavoro! 😐

Durante la pausa c’è stato un momento di euforia: prima  i nonni hanno pesato gli zaini con “el chilo”, la bilancia di una volta e poi, per scherzare, abbiamo pesato perfino … la maestra. Tutti eravamo molto divertiti da questa cosa molto insolita!!!

Qui ci sono le foto del nostro divertente e interessante incontro con i nonni.

INTERVISTA SU ATTIVITA’ ECONOMICHE DEI NONNI

Ci piace ogni volta che vengono i nonni a scuola, ci piace ascoltare quando parlano di cosa facevano una volta, perché impariamo tante cose nuove dei tempi passati. 😛

Anche questa loro testimonianza è per noi un “seme di apprendimento”.

Noi abbiamo registrato con Audacity questo nostro ultimo incontro con i nonni e lo pubblichiamo come podcast nel nostro wiki3T.

Intervista ai nonni sulle attività economiche Le attività economiche dei nonni

Ascoltatelo e  sentirete anche voi quante cose interessanti spiegano i nonni!

GRAZIE NONNI 😀

PER AVERCI REGALATO LA VOSTRA SAGGEZZA IN QUESTI DUE ANNI TRASCORSI INSIEME NEL PROGETTO 3T

 Alunni classe 5^ della Scuola Primaria di Costo 😀

con l’insegnante Giovanna Maria

Il giro del mondo in tre ore con nonno Luciano, alla scoperta degli animali esotici

18 giugno 2014

Carissimi amici 3t,

venerdì 2 maggio è venuto a trovarci a scuola Luciano,

un nonno speciale e vagabondo

che ha girato quasi tutto il mondo.

Con i suoi racconti ci ha fatto sognare

e con le sue spettacolari diapositive ci ha fatto viaggiare.

Siamo partiti dall’Africa lontana

dove abbiamo incontrato gli animali della savana:

tra scimmie, lucertoloni, ippopotami ed elefanti

abbiamo incontrato i ghepardi silenziosi ed eleganti.

Dopo in Australia abbiamo volato

e i canguri abbiamo incontrato:

sono marsupiali molto carini

che saltellano insieme ai loro piccolini.

Con un balzo indietro siamo tornati in Madagascar

e tutti insieme ci siamo messi a curiosar.

Lì c’era una rigogliosa foresta

dove i camaleonti sono sempre in festa,

con l’ambiente amano mimetizzarsi

per riuscire a non mostrarsi.

Infine in Sud America siamo arrivati 

dove l’anaconda ci ha un po’ terrorizzati;

più simpatici ci sono sembrati i lama

che offrono agli abitanti la loro calda lana.

Grazie Nonno Luciano per questo entusiasmante viaggio

noi ti salutiamo e ti mandiamo un forte abbraccio 😀

 

Il podcast di nonno Luciano è pubblicato nel nostro Learning Seed 😉

Ascoltandolo vi sembrerà di viaggiare con lui ❗

Intervista a nonno Mario, un pescatore e cacciatore speciale I viaggi di nonno Luciano.

 

Se volete  immergervi ancora di più nell’atmosfera avventurosa dei suoi  viaggi in terre lontane, vi consigliamo di sfogliare anche album delle fotografie 😮

Che preparato nonno Luciano……ha risposto con entusiasmo a tutte le nostre curiose domande

L'album fotografico degli animali esotici

L’album fotografico degli animali esotici

A proposito di animali esotici…
Anche noi, grazie al nostro fantastico naturalista Giamprimo Molinaro,  a scuola abbiamo avuto un incontro ravvicinato con un biacco nero, dai nostri nonni chiamato “scarbonasso”. 🙄
Si tratta di un bellissimo esemplare di colubro maschio, di circa 5/6 anni, molto reattivo, infatti a ogni minimo sussulto si girava di scatto mostrandoci la bocca aperta e la lingua biforcuta!
Abbiamo imparato che lo “scarbonasso” non è velenoso osservando la sua pupilla rotonda. La vipera, invece, che ha la pupilla verticale, è velenosa! Bisogna stare attenti quando si va per boschi e per prati, perché, come ci ha spiegato nonno Mario, se spaventata reagisce con un morso che può essere molto pericoloso 👿
Lo “scarbonasso”, che vive un po’ in tutta Italia, è carnivoro e si nutre di altri piccoli sauri, lucertole, minuscoli roditori e rane.

Incontro ravvicinato con uno "scarbonasso"

Incontro ravvicinato con uno “scarbonasso”

L’album è inserito anche nella  mappa concettuale dei VERTEBRATI DELLA CAMPAGNA nel nostro Learning Seed. 😛

Un saluto dagli alunni delle classi quarte di San Bortolo con le insegnanti Barbara e Giorgia 🙂

 

L’incontro con nonno Mario, un grande cacciatore e un esperto pescatore

2 maggio 2014

Cari amici 3t,

martedì 22 aprile, è venuto a trovarci a  scuola Mario, un nonno speciale  che avevamo già conosciuto alla casa di riposo Scalabrin, in occasione della Festa di Carnevale, e che ci aveva cantato “OH, MIA BELLA MADONNINA“. 🙂

Accompagnato dall’educatore Gianluigi, Mario ci ha narrato le sue avventure e in particolare ci ha raccontato che da giovane  è stato un grande cacciatore e  un esperto pescatore.

Per quanto riguarda la pesca ci ha spiegato che il fiume Retrone era per lui  e per la sua famiglia una fonte di “guadagno“. Fin da piccolo, infatti,  accompagnava il suo papà a pescare anguille, lucci, trote e  salgarelle,  utilizzando  la nassa, la “bilancia” e la fiocina detta “frissa“. Ricordando la sua attività di pescatore, però, ci ha precisato più volte che non pescavano per svago, ma per procurarsi il  cibo e per il baratto. I pesci migliori, infatti, venivano portati ai contadini, che in cambio offrivano i loro prodotti come la farina e le uova.  Questo valeva anche per la caccia: Mario ha dedicato molti giorni della sua vita alla caccia alla volpe per vendere la pelliccia a “Aroooo“, lo ” strasaro” che passava per le case e che prendeva, in cambio di altri alimenti, le parti degli animali che non venivano mangiate, come la pelle del “conejo” e  gli ossi, il pelo e  le unghie del “mas-cio“. 😎

Nonno Mario ha fatto per anni anche il “mas-ciaro”, quindi ci ha parlato molto del “mas-cio” e dei suoi usi, ma se  cominciassimo a elencarli tutti, stasera saremmo ancora qui!! 🙂 🙂 Ricordiamo soltanto un proverbio che ci ha recitato:  “Chi che ga el mas-ceto xè un sioreto“. 😉

Mario si è dimostrato un grande intenditore di animali e in particolare di quelli selvatici, dei quali ci ha svelato un sacco di curiosità. Ci ha parlato molto della  volpe,  dei gamberi di fiume, del “mas-ceto riso” e della vipera. 😀

Infine ci ha raccontato una cosa che ci ha fatto rabbrividire: andava  a caccia di rane per mangiarle!  😕  A maggio, ogni sera,   ne catturava circa 150 e lo strumento che usava era la spunciarola 😡 Con “l’acqua in bocca” ci ha raccontato che erano molto buone e che anche queste erano una merce di scambio per i prodotti  dei contadini.

Ecco il podcast dell’intervista nel nostro Learning Seed:

Intervista a nonno Mario, un pescatore e cacciatore speciale Intervista a nonno Mario, un grande cacciatore e un esperto pescatore

Incontro con nonno Mario

 

Ci ha spiegato, però, che non tutte le rane sono commestibili, come ad esempio il rospo che non  ha un buon sapore…. 😆 Per la fortuna della nostra amica “rospa” che è venuta a trovarci a scuola 😉

Proprio così, circa un mese fa, il naturalista Gianprimo Molinaro, ci ha fatto una sorpresa e ci ha portato a scuola una femmina di rospo  🙂 E’ stata una bellissima esperienza perchè abbiamo avuto la possibilità di osservare da vicino questo grosso anfibio marrone, di toccarlo e addirittura di prenderlo in mano. Dopo qualche titubanza iniziale, abbiamo preso coraggio e ce la siamo passati di mano in mano 😛  Che sospiro di sollievo quando abbiamo sentito che nessuno le avrebbe dato la caccia per mangiarsela ❗

Ecco l’album della visita inaspettata 😀

Incontro ravvicinato con una femmina di rospo

Ciao a tutti dagli amici 3T di San Bortolo e dalle maestre Barbara e Giorgia .

 

 

I nonni ci narrano i passatempi di una volta

4 aprile 2014

Cari Amici 3T,

siamo gli alunni delle classi quinte A e B di Villaggio Giardino.

Che bello ritrovarsi, per condividere, insieme a Voi, questo nostro ultimo anno di scuola primaria!

Anche i nostri Nonni sono tornati con noi a scuola ed …inevitabilmente … hanno condiviso con noi un momento di vita scolastica davvero piacevole e molto, molto interessante.

Con curiosità ed emozione abbiamo ascoltato, nel dialetto veneto, i passatempi di quando loro erano bambini: conte, filastrocche, modi di dire, …. e,  grazie alla narrazione di nonna Adelina, abbiamo realizzato questo podcast, che abbiamo pubblicato nel nostro primo Learning Seed, intitolato: “Dal dialetto dei nonni all’evoluzione della lingua italiana”:

Il podcast di nonna AdelinaI nonni  ci narrano i passatempi di una volta

Poi ci siamo divertiti ad impararli e a giocare insieme a loro.

Siete anche Voi curiosi?  Ecco di cosa si tratta …

Canta…le conte

 

Leggi e ascolta le nostre conte

Leggi e ascolta le nostre conte

A presto! 🙂

Gli alunni 3T delle classi quinte di Villaggio Giardino, con le insegnanti Barbara e Claudia