Il progetto “3T: Tessere Tanti Testi” (aa.ss. 2008/09 e 2009/10)

Progetto candidato all’iniziativa INNOVASCUOLA
3T: Tessere Tanti Testi – Learning Object nella prospettiva del web 2.0

Sezione A – Anagrafica

Anagrafica istituzione scolastica

Regione* VENETO
Provincia* Vicenza
Comune* Arzignano
Denominazione istituzione scolastica* Direzione Didattica 2° Circolo
Ordine di istituzione scolastica * Circolo Didattico
Indirizzo * Via Umbria 10 – 36071 Arzignano VI
Telefono* 0444.672939
Fax* 0444.676476
Mail* viee014003@istruzione.it
Dirigente * Alessandra Barbaresi
Mail del dirigente * alessandra.barbaresi@istruzione.it

Sezione B – Descrizione del progetto

Titolo del progetto

3T: Tessere Tanti Testi

Abstract del progetto

Il progetto è rivolto all’area dei linguaggi e intende proporre un avvicinamento interdisciplinare e multimediale alle tipologie testuali.L’obiettivo formativo è favorire un approccio alle TIC che tenga conto delle attuali dinamiche del web, dei nuovi ed interessanti spunti che provengono dall’accesso abituale ad Internet (Web 2.0) e che vedono i nostri alunni “multitasking” coinvolti in un mix di messaggi, codici, linguaggi, che trasforma la loro vita mentale e comportamentale, oltre che culturale, a scuola come nella quotidianità.Il “testo”, appartenente alla cultura italiana o proveniente dai paesi dei numerosi alunni stranieri presenti nella scuola, verrà ascoltato, letto, rielaborato, illustrato, decostruito, rimontato, reso visibile e “vissuto”, utilizzando, assieme alle proposte e agli strumenti della didattica d’aula, i supporti tecnologici del laboratorio informatico.Si introdurranno gradualmente elementi di connessione tra Web 1.0 e Web 2.0 nella direzione della co-costruzione e condivisione della conoscenza e della cooperazione educativa.

Referente di progetto

Cognome e nome Bevilacqua Barbara
Qualifica Funzione Strumentale per le TIC, Insegnante di Informatica su progetto
Telefono 0444.672939
Fax 0444.676476
Indirizzo e-mail babevila@gmail.com

Sviluppo temporale e fasi del progetto

Descrizione delle attività previste nel 2008/2009
  • Acquisizione della strumentazione informatica e formazione per i docenti.
  • Progettazione per unità di apprendimento: definizione degli obiettivi didattici specifici, delle modalità, delle strategie di intervento e degli indicatori di verifica.
  • Scelta delle tipologie testuali su cui operare, a seconda delle classi coinvolte.
  • Presentazione, analisi e riconoscimento degli elementi strutturali delle varie tipologie testuali.
  • Rielaborazione dei testi, attraverso attività di manipolazione, parafrasi, completamento e trasformazione (in classe e in laboratorio).
  • Attività ed esercizi di approfondimento e consolidamento, attraverso applicazioni open source (glossari; test cloze, domande vero-falso, a scelta multipla…)
  • Costruzione di oggetti multimediali (FLOSS).
  • Costruzione e gestione di un blog relativo al progetto; implementazione mediante applicazioni e servizi webtop (FLOSS).
  • Verifica intermedia e feed-back.
Descrizione delle attività previste nel2009/2010
  • Prosecuzione del percorso formativo precedente.
  • Gestione degli oggetti di apprendimento prodotti in un repository.
  • Esportazione dei L.O. in piattaforme e-learning con modalità SCORM (Moodle, Docebo, Life, Innovascuola) e condivisione degli stessi.
  • Verifica finale e valutazione del progetto.

Aree disciplinari coinvolte

Area linguistico-espressiva e Lingua inglese

Classi coinvolte (almeno tre per istituzione scolastica)

N. 2 classi terze, n. 4 classi quarte, n. 2 classi quinte, in rete a livello di Direzione Didattica

Numero di studenti coinvolti

137

Impiego dei contenuti didattici digitali

Applicazioni e ambienti Open Source portabili e multipiattaforma:- Free Mind e Mind 42 per le mappe mentali per il brainstorming (off e on line) e per la macro-progettazione- CMap Tools per le mappe concettuali nella micro-progettazione- Pacchetto Open Office (in particolare Writer per i testi, Impress per le presentazioni, Draw per la grafica)

– TuxPaint per il disegno

– Gimp per la gestione delle immagini

– Audacity per la gestione dei file audio

– Scribus per la creazione e impaginazione di libri, giornalini… (DTP: desktop publishing)

– QuizFaber e HotPotatoes per la creazione di quiz, test di valutazione (domande V/F, a scelta multipla, corrispondenze, risposta breve…), cruciverba

– WordPress per la creazione e gestione di blog

– Mozilla Firefox per la navigazione e la ricerca, la comunicazione e l’interazione, la visualizzazione e l’uso dei contenuti didattici prodotti

– ExeLearning per la progettazione, lo sviluppo, la gestione e la pubblicazione di oggetti e percorsi cognitivi di apprendimento (Learning Object)

– Piattaforme per l’E-Learning che rispondono alle tipologie LMS (Learning Management System) per l’erogazione e la gestione di attività e-learning, e LCMS (Learning Content Management System) per la creazione, gestione e utilizzazione di percorsi e contenuti e-learning (Moodle, Life, Docebo, Innovascuola)

Applicazioni per il passaggio dal desktop al webtop:

– Utilizzo di servizi on-line gratuiti come SlideShare (repository per la condivisione di slide), Flickr (repository per la condivisione di fotografie), YouTube (repository per la condivisione di video), Voki (per la creazione di animazioni con la propria voce), Google Documenti (per la produzione, anche sincrona, e condivisione di documenti on-line), Google Reader (per l’aggiornamento su informazioni contenute in siti o blog preferiti).

L’utilizzo di tali servizi avverrà nella logica dell'”embedded”, sistema di risorse esterne “incapsulate”, con le relative proprietà, all’interno di un’altra risorsa.

Realizzazione di contenuti didattici digitali

– Testi e ipermedia prodotti “a più mani” (con Writer, Impress, TuxPaint, Draw, Gimp, Audacity, etc.) anche mediante software multipiattaforma per il desktop publishing (es. Scribus), servizi per la creazione e condivisione di documenti on-line (es. Google Documenti), editor diffuso nel blog (es. WordPress).- Blog “creativo” realizzato con la logica dell'”embedded”: inserimento nel blog dei contenuti prodotti (es. mappe con Mind42, slide con SlideShare, video con YouTube, gallerie fotografiche con Flickr, documenti con Google Documenti, etc.) e di Feeds per l’aggiornamento sulle novità sottoscritte (es. Google Reader).- Learning Object per la lettura, analisi, rielaborazione di testi (lezioni personalizzate); per l’approfondimento dei contenuti proposti (informazione) e l’arricchimento lessicale (glossari); per le verifiche in itinere (valutazione formativa volta a migliorare l’apprendimento/autoapprendimento attraverso l’autovalutazione) e finali/sommative. (es. ExeLearning, QuizFaber, HotPotatoes).- I L.O. prodotti potranno essere esportati e incorporati in piattaforme e-learning con modalità SCORM (Moodle, Docebo, Life, Innovascuola).

Coerenza tra gli obiettivi didattici e l’uso delle nuove tecnologie

Secondo le “Indicazioni per il curricolo”, …le nuove tecnologie forniscono nuovi linguaggi multimediali per l’espressione, la costruzione e la rappresentazione delle conoscenze, sui quali è necessario che lo studente maturi competenze specifiche.Nella progettazione degli obiettivi didattici dell’area linguistico-espressiva e della lingua inglese, dunque, è fondamentale prevedere un approccio comunicativo che tenga conto delle potenzialità peculiari delle TIC e faccia di esse uno strumento di uso ampio, creativo e consapevole, sia da parte dei docenti che degli allievi.A tal fine il progetto didattico-formativo favorirà il conseguimento di obiettivi che già da alcuni anni caratterizzano i progetti del POF del nostro Istituto. In particolare:

  • la costruzione di un percorso di apprendimento collaborativo, interattivo e motivante, mediante un approccio metacognitivo e attraverso fasi di progettazione, autovalutazione e feed-back, condivisione;
  • l’utilizzo consapevole della strumentazione hardware a disposizione (lavagna interattiva multimediale, computer e altre periferiche, quali scanner, fotocamera digitale, webcam);
  • l’utilizzo consapevole del software FLOSS (Free Libre Open Source Software) accanto al software proprietario;
  • la documentazione e la trasferibilità delle esperienze didattiche;
  • l’inclusione degli alunni con disabilità ed extracomunitari.

Cofinanziamenti della Istituzione scolastica o di altri soggetti pubblici o privati

Si prevede la possibilità di un finanziamento da privati, ancora da quantificare.

Collaborazione con il mondo dell’Università e tra le istituzioni scolastiche della rete

E’ attiva una convenzione con la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Padova.

Sezione C

Il Dirigente Scolastico Alessandra Barbaresi, acquisito il parere degli Organi Collegiali

Delibera Consiglio di Istituto n. 20 del 22/05/2008

Sentiti i consigli di classe ed il collegio docenti,

in qualità di rappresentante dell’Istituzione scolastica, si impegna:

  • ad inserire e a realizzare il presente progetto finalizzato alla realizzazione di percorsi didattici disciplinari o pluridisciplinari, nei Piani dell’Offerta Formativa degli anni scolastici 2008/09 e 2009/10;
  • ad utilizzare le funzionalità dell’ambiente di apprendimento sviluppato quale evoluzione della piattaforma sperimentata nell’ambito del progetto DiGi Scuola (www.digiscuola.it) e reso disponibile dal Dipartimento dall’anno scolastico 200809, denominato Innovascuola.

Dichiara di non partecipare Come Istituzione scolastica, succursale, plesso o sede distaccata, all’avviso Innovascuola-primaria o all’avviso Innovascuola-secondaria di primo grado, con altra candidatura, di Istituzione scolastica o di rete.

Data

Firma del Dirigente

………………………….

By Barbara
5 settembre ’08

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

By Barbara
16 ottobre ’08

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

By Barbara
19 giugno ’09

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

By Barbara
20 ottobre ’09

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

  • Relazione finale  del Progetto “3T: Tessere Tanti Testi”Fase 2 – a.s. 2009/10 (documento inviato a Innovascuola)

By Barbara
18 giugno ’10

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

By Barbara
4 luglio ’10

Una Risposta to “Il progetto “3T: Tessere Tanti Testi” (aa.ss. 2008/09 e 2009/10)”

  1. Al via le attività di formazione 3T! :-) « 3T: Tessere Tanti Testi Says:

    […] oggetto del percorso formativo le tematiche e i contenuti relativi al Web 2.0 delineati nel Progetto Innovascuola “3T: Tessere Tanti Testi”, con particolare riguardo alla ideazione e costruzione di Learning Object “con” e “in” un […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: